Italiano

Messaggio di errore

Notice: unserialize(): Error at offset 161 of 828 bytes in variable_initialize() (line 1252 of /home/ivquhbmn/domains/termesanlorenzo.eu/public_html/includes/bootstrap.inc).

Natura e Sport

Il Parco Naturale dei Colli Euganei è il primo Parco Regionale del Veneto e può considerarsi una vera e propria palestra naturale a cielo aperto: escursioni, trekking, arrampicata sportiva, golf, percorsi mtb, ciclovie lungo i fiumi, canali navigabili dove praticare il canottaggio, parchi avventura o passeggiate a cavallo; qualsiasi attività si sposa perfettamente con il nostro territorio.

Il comprensorio dei Colli Euganei raccoglie un centinaio di rilievi che non superano i 600 metri di altezza; la fitta rete di sentieri segnalati che li percorre permette di attraversarli in sicurezza e godere a pieno dei fantastici scorci che regalano.

Che vi stiate allenando per una gara o vogliate semplicemente godere della bellezza del paesaggio, il nostro territorio saprà soddisfare ogni vostro desiderio!
Le ciclabili che si sviluppano nella zona, accessibili direttamente dal nostro albergo e usufruibili anche per delle camminate, consentono di raggiungere e visitare diverse località, tenendovi al riparo dai veicoli, immersi nella natura.

Qualsiasi sia l’attività che preferite, praticarla in queste zone incanterà anche voi!

Nelle vicinanze

Santuario della Madonna della Salute e Monte Ortone

Il Santuario della Madonna della Salute è una chiesa quattrocentesca posta ai piedi del Monte Ortone, situata a 350 metri circa da noi. Secondo la tradizione, l’origine del santuario è da attribuire all’apparizione della Madonna a Pietro Falco, soldato ferito in preghiera, a cui promise la guarigione qualora si fosse immerso nell’acqua di una sorgente vicina. Guarito miracolosamente, il soldato rinvenne tra le pietre una tavola dipinta raffigurante la Madonna, Gesù Bambino e due santi. Diffusasi la notizia, da quel momento il Santuario ed il quadro sono diventati luogo e motivo di pellegrinaggio.
Il Monte Ortone, che si erge alle spalle della chiesa, è percorribile con diverse soluzioni grazie al sentiero numero 19 (Lunghezza 3,6 km – Dislivello 150m – Difficoltà Facile). I percorsi regalano splendidi panorami, immersi nella fitta macchia mediterranea, che nelle giornate limpide fanno scorgere fino alle Prealpi Venete e alle Dolomiti.
 

Abbazia di Praglia e Monte Lonzina

L’Abbazia di Praglia è un monastero benedettino fondato nel 1080 che si erge tra i prati, alle pendici del Monte Lonzina. Questo gioiello rinascimentale si articola in diverse sale e porticati ed ospita una fra le più antiche biblioteche storiche. Il complesso è quasi interamente visitabile ed è comodamente raggiungibile anche in bicicletta (15 minuti circa) seguendo la ciclabile che passa davanti al nostro albergo.
Il sentiero del Giubileo (n. 26 – Lunghezza 3,8 km – Dislivello 200m – Difficoltà Facile) che si articola sul vicino Monte Lonzina è un interessante percorso ad anello ricco di scorci naturali sul territorio Euganeo e quello Berico.

Villa Bembiana e Monte Rosso

Villa Bembo Scalfo Monzino detta “la Bembiana” è una villa quattrocentesca che nel 1918 diventò sede dell’Ufficio Stampa del Comando Supremo Italiano. Accanto alla villa si estende il suo grande parco monumentale che durante il giorno è aperto gratuitamente al pubblico. Villa Bembiana sorge alle pendici del Monte Rosso sulla quale si sviluppa un percorso ad anello piacevole: il sentiero n.16 (Lunghezza 2,6 km – Dislivello 155m – Difficoltà Escursionismo)

Padova

Padova è la città d’arte più vicina e si può raggiungere comodamente in autobus (linea A o AT) in circa 30 minuti. La Basilica di Sant’Antonio, la Cappella degli Scrovegni, Prato della Valle, l’Orto Botanico, la storica Università o la Torre di Galileo sono solo alcune tra i bellissimi luoghi da scoprire.

Venezia

Venezia è il capoluogo di provincia del Veneto e le sue caratteristiche e la sua storia la rendono un capolavoro unico al mondo. Posta a 50 km da qui, Venezia è raggiungibile comodamente in treno dalla stazione di Terme Euganee, in poco più di mezzora.

Arquà Petrarca

Arquà Petrarca è un delizioso borgo medievale ricco di storia e cultura letteraria. Recentemente è stato inserito tra “Borghi più belli d’Italia” ed è considerato la “Perla dei Colli Euganei”. È dimora delle spoglie dell’omonimo poeta ed ha come prodotto tipico locale le giuggiole, frutto utilizzato nella preparazione di ottime pietanze altre al proverbiale “brodo di giuggiole”, un antico liquore.

Giardino Monumentale di Valsanzibio

Il giardino monumentale di Valsanzibio, disegnato da Luigi Bernini nel XVII secolo per la ricca famiglia veneziana dei Barbarigo, è considerato patrimonio nazionale ed è stato premiato come “Giardino più bello d’Italia”. Costruito come voto a Dio per la fine della peste, al suo interno si ammirano uno dei più importanti labirinti storici al mondo e diverse opere umane ricche di simbologia, in perfetta armonia con il paesaggio naturale.

Castello del Catajo

Il Castello del Catajo è considerato una dimora storica tra le più imponenti in Europa e si trova a Battaglia Terme. Negli anni è stato reggia ducale principesca e residenza di villeggiatura imperiale degli Asburgo, i grandi saloni affrescati ed i giardini esterni hanno ospitato cenacoli letterari e dal XVI secolo è divenuto sede di una delle più importanti raccolte collezionistiche d’Europa.

Monastero e Biotopo di San Daniele

Il Biotopo San Daniele è un percorso tematico nei pressi del Lago Verde, in località Torreglia, dove si articola una passerella in legno sopraelevata dalla quale osservare le numerose specie di uccelli acquatici, rettili, anfibi e piante. Il percorso prende il nome dal vicino Colle (sentiero n. 13 – Difficoltà Turistico) sulla cui cima si erge il Monastero Benedettino di San Daniele, un’oasi di pace e tranquillità del Cinquecento, visitabile dal lunedì al sabato.

Scavi e Montirone

La vocazione termale della nostra zona è millenaria, risale ai tempi degli antichi romani. A testimonianza della storia delle acque “patavinae” nominate in diversi scritti latini, oggi è possibile visitare i siti archeologici del Montirone ad Abano Terme e degli Scavi Romani a Montegrotto.

Museo del Termalismo antico e del territorio

Inaugurato nel 2021 nel Rustico di Villa Draghi a Montegrotto, il Museo del Termalismo intende raccontare i molteplici aspetti e i benefici dello sfruttamento dell’acqua termale a partire dall’età romana, la storia cioè del nostro territorio e la sua profonda identità. Il museo è frutto di una ricerca ventennale e multidisciplinare sviluppata da Enti differenti tra cui l’Università di Padova e la Soprintendenza Archeologica ed è visitabile dal venerdì alla domenica.

L’anello dei Colli Euganei (E2)

L’anello dei Colli Euganei è un percorso ciclabile di 63 km circa che circonda interamente l’omonimo Parco Regionale. Il fondo stradale alterna tratti asfaltati a strade bianche e il dislivello di circa 100 metri, può essere evitato con una breve deviazione. Lungo il tracciato si possono osservare diverse Ville Venete, chiese, palazzi storici, aree archeologiche e torri medioevali.

Al castello di San Martino in bicicletta

Il Castello di San Martino della Vaneza sorge sull’argine del Fiume Bacchiglione, nella campagna di Cervarese Santa Croce, e la sua costruzione si aggira attorno all’anno Mille. Nei secoli le proprietà che si sono susseguite lo hanno prima utilizzato come fortezza di difesa militare e successivamente convertito a luogo di mercato commerciale e funzionale porto fluviale. Oggi il Castello è sede del Museo Archeologico del fiume Bacchiglione ed il suo Parco, accessibile gratuitamente, è attrezzato con una fontanella potabile e diverse panchine, all’ombra di alberi secolari.

Il Castello si trova ad una decina di chilometri da noi ed è raggiungibile comodamente in bicicletta attraverso un percorso ad anello di 28 km, percorribile in ambo i sensi, che ha da sfondo i Colli Euganei e si sviluppa quasi completamente su ciclovie immerse nella campagna e strade a basso scorrimento.

Abbiamo tracciato il percorso partendo ed arrivando direttamente dal nostro albergo: chiedi alla reception la traccia in formato gpx, non vediamo l’ora di farti pedalare nel nostro territorio!

Enogastronomia

La particolare morfologia dei Colli Euganei crea microclimi adatti alle colture, in particolare alla coltivazione di viti e ulivi, e dona un sapore caratteristico ai prodotti locali.

Nelle aziende vitivinicole dei Colli Euganei si producono ottimi vini di qualità, garantiti da marchi D.O.C. e D.O.C.G. La tradizione enologica della zona è secolare e spazia tra vini bianchi e vini rossi caratteristici, capaci di sorprendere anche i palati più esigenti. La maggior parte delle cantine, inoltre, offre la possibilità di partecipare a degustazioni e visite guidate delle aziende, regalando così esperienze indimenticabili.

L’eccellenza dei Colli Euganei si ritrova anche nella tradizione secolare della lavorazione dell’oliva: l’Olio dei Colli Euganei, apprezzato in tutto il mondo, può definirsi deciso ma equilibrato, particolarmente fruttato e con un basso tenore di acidità. Menzione d’onore va fatta anche per un’altra eccellenza locale come il Prosciutto Veneto Berico-Euganeo D.O.P., prodotto nella zona compresa tra i Colli Euganei e i Berici, e i piatti tipici della tradizione quali i bigoli al torchio in salsa, il risotto “ai bruscandoi” (germogli di luppolo), gli gnocchi di patate, la polenta o il famoso bollito alla padovana. 

Arte e cultura

All’interno del Parco Regionale dei Colli Euganei si trovano più di sessanta ville venete, costruite in epoche storiche diverse, con stili e scopi differenti. Gli esempi più rilevanti sono: Villa dei Vescovi a Luvigliano, a cui si ispirò Palladio per Villa Almerico Capra; Villa Barbarigo a Valsanzibio, famosa per ospitare al suo interno uno tra i giardini più belli del mondo; il Castello del Catajo o Villa Emo Capodilista, casinetto di caccia alla Montecchia. 

Sono inoltre presenti anche numerosi luoghi della fede tra cui il Santuario della Madonna della Salute a Monteortone, l’Abbazia di Praglia, gioiello rinascimentale, l’Eremo del monte Rua a Torreglia, il Santuario delle Sette Chiese a Monselice o i ruderi dell’ex Monastero degli Olivetani sul monte Venda.

Da non dimenticare anche il borgo medievale di Arquà Petrarca, “perla dei Colli Euganei” e dimora delle spoglie dell’omonimo poeta, le città murate di Este e Monselice ed il Museo del Termalismo antico e del Territorio a Montegrotto.

La nostra Destinazione si rivela comoda al collegamento con le principali città d’arte regionali come Venezia, Padova, Vicenza e Verona, non approfittarne durante la vostra vacanza, sarebbe sicuramente un peccato. 

Date chiusura Albergo San Lorenzo

da 09-12-2023 a 09-03-2024
da 01-07-2024 a 27-07-2024

Iscriviti alla newsletter!

Ricevi aggiornamenti su tutte le nostre novità ed offerte